Milano, 26 apr. (askanews) - L'Italia "non è nè a favore di Sarraj nè a favore di Haftar, ma a favore del popolo libico, che sta soffrendo da troppo tempo" e che "ha il diritto di vivere in pace". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, incontrando la stampa a Pechino.

"Il mio governo - ha aggiunto - mira alla stabilizzazione del Paese. Ho detto più volte che la situazione militare non è affidabile. Invito tutti i leader europei, mediorientali e gli Stati Uniti, a considerare che serve il cessate il fuoco immediato perché se continua il conflitto diventa poi difficile la soluzione politica".