Milano (askanews) - I giovani e l'alimentazione sostenibile, il cibo e le città. E gli importanti accordi siglati per contribuire agli obiettivi dell'agenda 2030 dell'Onu. A poche giorni dalla Giornata Mondiale dell'Alimentazione del 16 ottobre la Fondazione Barilla (BCFN) ha anticipato alcuni dei temi che saranno al centro del IX Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione che si terrà a Milano il 27 e il 28 novembre.

Tra questi un progetto dedicato ai giovani grazie a un protocollo d'Intesa firmato con il Miur. Come ha spiegato il direttore operativo della Fondazione Barilla, Anna Ruggerini.

"Noi, il cibo e il nostro pianeta" mira a proporre ai docenti una cassetta degli attrezzi per istruire le scuole e gli studenti con i temi della sostenibilità mettendo al centro il cibo, i nostri comportamenti, l'impatto sul pianeta e l'importanza di recuperare la cultura del nostro cibo e l'impatto sulla nostra salute".

Al Forum sarà annunciata anche la roadmap sui sistemi alimentari sostenibili frutto della collaborazione di BCFN con lo United Nations Sustainable Development Solutions Network. I risultati di questo impegno congiunto saranno esposti nel settembre del 2019 a New York, all'SDG Summit e allo Un Climate Summit.

Altro tema affrontato è quello del "Cibo e le città" attraverso uno studio che è stato presentato da Andrea Magarini, coordinatore della food policy del Comune di Milano.

"E' un lavoro che alcune città hanno sviluppato sulle mense, altre sulla governance, altre sul monitoraggio della sostenibilità dei sistemi alimentari, e sono all'interno di una rete di 179 città che dal 2015, dopo Expo, è stata creata ed è basata ancora su Milano"

Sempre in tema di sostenibilità, alla presentazione milanese delle iniziative della Fondazione Barilla lo chef Roberto Bassi ha dato vita a uno show cooking dedicato alla lotta allo spreco alimentare con un menu di piatti realizzati con cibo in scadenza.