Fino a qualche anno fa tassi di cambio favorevoli con il dollaro e prezzi in calo un po' ovunque hanno spinto gli italiani a comprare casa fuori dai confini nazionali. Adesso lo scenario è cambiato. Alessandro Ghisolfi di AbitareCo spiega che si costruisca di meno, le quotazioni siano salite (anche a due cifre) in alcune Nazioni e la domanda sia ormai flebile. L'acquisto per investimento è rallentato anche per le nuove regole contro gli affitti brevi che accomunano molte città europee, da Barcellona a Parigi.