Prorogata di 40 giorni, al 1° aprile 2019, la scadenza per l'invio all'Enea dei dati sui lavori del bonus casa (50% per il recupero edilizio). Inizialmente la data era slittata dal 19 al 21 febbraio. Lo slittamento su richiesta delle associazioni di categoria, allinea la scadenza per tutti i lavori 2018, senza più distinguere fra quelli ultimati prima e dopo il 21 novembre (giorno di avvio del portale dedicato). L'obbligo di comunicazione all'Enea è stato introdotto dalla legge di bilancio 2018: interessa tutte le opere che hanno impatto sui consumi energetici della casa. La comunicazione può essere effettuata da soli o con l'ausilio di un tecnico. Chi trasmette dati errati può correggerli entro il 31 ottobre (termine per invio della dichiarazione dei termini). A regime per il bonus al 50% è previsto l'invio all'Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori (collaudo lavori, certificato di fine lavori, dichiarazione di conformità o data del documento di acquisto degli elettrodomestici).

PER SAPERNE DI PIU’
Bonus casa, l'invio all'Enea slitta al 1° aprile (di D. Aquaro e C. Dell'Oste)