Roma, (askanews) - Erano pronti per la vendita in vista del Natale: oltre 1,5 milioni di articoli sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Torino perché falsi o potenzialmente pericolosi per la salute. Oltre 2 milioni di euro il valore della merce sequestrata.

I finanzieri del gruppo Torino, che hanno condotto l'intervento, hanno smascherato il materiale in un negozio nel quartiere Borgo Vittoria del capoluogo piemontese; un maxi negozio di oltre 1.000 mq., aperto solamente ad ottobre da una imprenditrice di origini cinesi.

Tra gli oggetti sequestrati centinaia di giocattoli, articoli ludici e ricreativi, peluches ed accessori d'abbigliamento, tutti prodotti a tema e pronti per decorare alberi e presepi. Oggetti e addobbi non sicuri in grado, potenzialmente, di rilasciare ftalati o altre esalazioni pericolose.

I prodotti sequestrati, come appurato dalle indagini dei finanzieri, provenivano direttamente dalla Cina e venivano venduti, in Italia, senza alcuna indicazione circa la denominazione merceologica, i dati dell importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e le modalità di smaltimento, con evidenti rischi per la sicurezza dei consumatori.

L'imprenditrice, una quarantenne di origini cinesi residente nel comasco, è stata denunciata alla procura, per i reati di violazioni sulla sicurezza dei giocattoli, contraffazione e frode in commercio.