Milano (askanews) - Blitz contro la rete del boss latitante Matteo Messina Denaro. I carabinieri del Ros e del comando provinciale di Trapani, coordinati dalla Dda di Palermo, hanno eseguito 25 perquisizioni di abitazioni di presunti fiancheggiatori del mafioso. Nel corso delle perquisizioni sono scattati anche due arresti, per detenzione illegale di armi.

Contemporaneamente hanno fermato Matteo Tamburello, esponente di spicco della famiglia di Cosa nostra di Mazara del Vallo vicino ai vertici di Cosa Nostra, indagato per associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori e violazione degli obblighi di sorveglianza speciale.

L'attività, che ha riguardato in particolare i mandamenti mafiosi di Mazara del Vallo e di Castelvetrano, è un'ulteriore fase dell'indagine che ha come obiettivo finale la cattura del boss latitante da 25 anni.