Sblocco totale del turnover per le Pubbliche amministrazioni (con priorità ai settori digitalizzazione, appalti, investimenti e fondi strutturali) e rilevazione delle impronte contro i “furbetti del cartellino”. E poi un nuovo “nucleo concretezza”, una sorta di task force di una cinquantina di dipendenti che, in collaborazione con l'Ispettorato della Funzione pubblica, farà sopralluoghi, affiancherà le amministrazioni e proporrà eventuali misure correttive con l'indicazione dei tempi di realizzazione, delle quali risponderanno di dirigenti della Pa. Sono alcune delle misure del decreto “Concretezza” appena varato dal Consiglio dei ministri che consentirà alla Pubblica amministrazione, secondo le parole del ministro Giulia Bongiorno, di «cominciare a correre».

PER SAPERNE DI PIÙ:
Pa: in arrivo sblocco del turn over e impronte digitali contro i furbetti del cartellino (di Vittorio Nuti)

Dipendenti pubblici: impronte, iride e voce contro i furbetti del cartellino (di Eugenio Bruno)