L'economia rallenta ma il mondo non è in recessione, quindi il mercato trova ancora spazi di crescita. Negli Stati Uniti, per esempio, il Pil dovrebbe crescere intorno al 2,4/2,5%. La Cina rappresenta un'incognita, ma dovrebbe crescere comunque del 6, 2%. L'aria asiatica influenza dalla Cina, che è stata penalizzata dai dazi, potrebbe invece offrire occasioni interessanti. Le migliori opportunità potrebbero arrivare dagli asset più rischiosi, per quanto riguarda i bond, invece, le attese sono per un anno ancora difficile. Ce ne parla Sebastiano Di Pasquale, responsabile Direzione Wealth Management, Banca Consulia.