La durata “lampo” del giallo del semaforo non è una giustificazione per evitare l'eventuale multa per il passaggio di un incrocio con il rosso. La Cassazione, con la sentenza 567/19 conferma l'irrilevanza della durata del “giallo” per la validità della sanzione, perché «il conducente è tenuto a rallentare e a predisporre il veicolo all'arresto». L'automobilista aveva sostenuto che la durata del giallo era stata troppo breve per fermare il veicolo in sicurezza ed evitare di passare con il rosso. Gli scatti del sistema automatico di controllo evidenziavano però come il veicolo avesse impegnato l'incrocio a Unione Terre d'Acqua in Emilia Romagna a semaforo rosso.