Norme e Tributi

La (ir)rilevanza Iva delle cessioni d'azienda

Quando un'operazione può essere qualificata come una “normale” vendita di beni rilevante ai fini IVA e quando invece si è in presenza di una cessione di azienda o ramo aziendale, esclusa dal campo applicativo del tributo? L'attenzione per la questione è testimoniata dalla copiosa prassi e dalle innumerevoli pronunce della giurisprudenza sia di legittimità che di merito, da cui tuttavia emergono indicazioni non sempre pienamente convincenti nell'ottica dell'imposta, che contribuiscono a rendere più difficoltoso il compito dell'interprete. In un simile scenario, il Comitato scientifico del Modulo 24 Iva si propone di lanciare la discussione – oggetto del nuovo Principio di Interpretazione - sulle problematiche relative al corretto inquadramento delle operazioni, richiamandosi ai riferimenti di matrice comunitaria che dovrebbero guidare l'esame delle fattispecie ai fini del loro corretto inquadramento in senso IVA, senza trascurare un aspetto sin qui non debitamente indagato che attiene ai profili di “territorialità” dell'azienda oggetto di cessione. Alessandro Galimberti, giornalista del Sole 24 Ore ne ha parlato conBenedetto Santacroce, avvocato e direttore scientifico di Modulo24Iva, e i dottori commercialisti Massimo Sirri e Matteo Balzanelli .
Riproduzione riservata ©
loading...