Norme e Tributi

Il superbonus e i sistemi termotecnici

Gli incentivi messi in atto dal Governo, in particolare l'Ecobonus del 65% e il Super Ecobonus del 110% rappresentano una grande opportunità per il rinnovamento in ottica “green” di un parco installato di sistemi di riscaldamento che in Italia conta circa 20 milioni di caldaie. La maggior parte delle quali obsolete, e per il 95% destinate al riscaldamento autonomo di unità monofamiliari per il 90% detenute dagli occupanti( riscaldamento aurtonomo). Cosi è intervenuto durante lo speciale di Telefisco dedicato al Superbonus, Marco Giuseppe Boselli, Country Manager Italy Bosch Termotecnica
La sostituzione di caldaie obsolete con caldaie a condensazione di ultima generazione corredate da sistemi intelligenti di termoregolazione porterebbe ad un risparmio energetico compreso tra il 20% e il 30% e ad una riduzione dell'80% delle emissioni nocive in ambiente, a tutto vantaggio di una migliore qualità dell'aria nelle nostre congestionate città, al normale tasso di sostituzione purtroppo ci vorrebbero oltre 20 anni per ottenere la completa sostituzione del parco installato.
E' evidente quindi che iniziative di incentivazione come quelle messe in campo dal nostro Governo (in particolare gli Ecobonus del 65% e 110%) sono essenziali per dare concretezza alla riqualificazione energetica e ambientale delle nostre abitazioni. E' altresì auspicabile che queste possano prevedere una finestra temporale sufficiente (ben oltre i 15 mesi previsti dall'ultimo Decreto) per dare il tempo tecnico all'intera filiera di realizzare l'impresa.
Riproduzione riservata ©
loading...