La pace fiscale fa i conti con le scadenze più ravvicinate. Se in questi giorni, infatti, i contribuenti spesso valutano di accantonare l'ipotesi di effettuare ravvedimenti in attesa del perdono, il 1° ottobre scadono i pagamenti per la prima e seconda rottamazione. E solo pagando si potrà accedere, poi, alla ridefinizione delle rate che sarà prevista dal decreto sulla pace fiscale. Un intreccio da gestire con grande cura per evitare rischi e perdite di opportunità