Norme e Tributi

Fattura elettronica, ecco gli errori da evitare con i nuovi codici

Dal 1° gennaio 2021 sono diventate obbligatorie le nuove specifiche tecniche del tracciato Xml della fattura elettronica. I principali cambiamenti riguardano l'inserimento di nuovi codici «tipo documento» ed un maggior dettaglio dei codici «Natura» dell'operazione. I tipi documento passano da 7 a 18 e non comportano un obbligo per il contribuente ma esclusivamente una facoltà consentendo di rendere più rapida e sicura la contabilizzazione e di superare l'esterometro. Al contrario i codici natura, che passano da 6 a 21, sono obbligatori e comportano l'impossibilità di utilizzare i codici natura padre (N2, N3 e N6) ma solo quelli di dettaglio da associare alle tipologie Iva gestite nella propria azienda. L'esperto del Sole 24 Ore, Benedetto Santacroce, illustra gli effetti delle modifiche.
Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione