Il decreto fiscale sul condono introduce la dichiarazione integrativa speciale con la quale viene prevista la possibilità di pagare un'imposta – inferiore anche alla più tenue aliquota Irpef – che, di fatto, va ad agevolare chi ha evaso, ed oggi si ravvede, rispetto a chi ha regolarmente pagato le imposte.

PER SAPERNE DI PIÙ / Pace fiscale, l'integrativa speciale «regala» agli evasori seriali fino a 48mila euro