Motori

La Renault lascia la Russia, vende controllata e quota in Avtovaz

Mosca, 16 mag. (askanews) - La Renault lascia la Russia. Il Gruppo ha deciso di vendere Renault Russia e la sua partecipazione di controllo in Avtovaz a un prezzo simbolico di un rublo per ogni attività.

Il cda della casa automobilistica ha approvato all'unanimità la firma degli accordi per la vendita del 100% delle azioni di Renault Russia alla Città di Mosca e del 67,69% in Avtovaz all'Istituto di ricerca automobilistica Nami. La decisione di lasciare la Russia, arriva in seguito all'invasione dell'Ucraina. La Renault è una delle più esposte case automobilistiche sul mercato russo.

L'accordo prevede un'opzione di riacquisto da parte di Renault della propria partecipazione in Avtovaz, esercitabile in determinati momenti nei prossimi sei anni.

Renault impiegava 45.000 persone in Russia, la maggior parte

delle quali nella vasta fabbrica di Avtovaz sulle rive del fiume

Volga, a 1.000 km a est di Mosca.

Il sindaco della capitale, Sergei Sobyanin, ha dichiarato di aver deciso di riprendere lo stabilimento Renault di Mosca e di riprendere la produzione di auto con lo storico marchio Moskvich.

Riproduzione riservata ©
loading...