Mondo

Xi Jinping a Macao per il ventennale dell'ex colonia alla Cina

Roma, 20 dic. (askanews) - La Cina non tollererà interferenze straniere su Hong Kong e Macao, ex colonie straniere e ora territori semi-autonomi cinesi. Lo ha dichiarato il presidente cinese Xi Jinping, dopo mesi di proteste pro-democrazia a Hong Kong che hanno irritato notevolmente Pechino.

Xi ha parlato a Macao, dove si è recato in occasione delle celebrazioni del ventennale del ritorno dei territori sotto il controllo cinese e ha lodato il successo della popolazione dell'ex colonia portoghese nell'adottare il sistema "un paese, due sistemi". Lodi che, agli osservatori, sono parse indirette critiche a Hong Kong. Durante la cerimonia si è anche insediato il governo della Regione amministrativa speciale e il suo capo esecutivo Ho lat-Seng.

"Differenti settori hanno lavorato assieme per creare i momenti migliori nella storia di Macao", ha detto il presidente cinese. "Il successo di Macao ci dice che, finché noi abbiamo fiducia nel principio di un paese-due sistemi, la sua forza e superiorità potranno manifestarsi".

Pechino ha più volte affermato che le proteste a Hong Kong rappresentano una minaccia al principio "un paese, due sistemi" e ha accusato potenze straniere, in primo luogo gli Stati Uniti, di essere dietro le contestazioni.

Riproduzione riservata ©
loading...