Mondo

Von der Leyen: "Ue unita contro la crisi e leader sui vaccini"

Roma, 15 set. (askanews) - "Se guardo indietro allo Stato dell'Unione, vedo una grande forza d'animo in tutto quello che abbiamo fatto: è stato Robert Schuman a dire che l'Europa ha bisogno di un'anima, di un ideale e della volontà politica di servire questo ideale; l'Europa ha dato vita a queste parole negli ultimi 12 mesi".

"Abbiamo agito insieme con i 27 Stati membri e il Parlamento come un'Europa unica e di questo possiamo essere fieri".

A dirlo, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, durante il suo discorso sullo Stato dell'Unione, ricordandoo in particolare "l'acquisto comune di vaccini" per affrontare la pandemia di Covid-19, "il Next Generation Eu" contro la crisi economica e "il Green deal" per affrontare la crisi climatica.

Parlando davanti all'europarlamento, la presidente ha sottolineato che l'Unione europea è stata l'unica a condividere "la metà" dei vaccini prodotti contro il coronavirus.

"Abbiamo dato 700 milioni di dosi agli europei e ne abbiamo fornite altre 700 milioni al resto del mondo, a oltre 130 paesi, siamo l'unica regione del mondo ad aver fatto questo".

Tra i tanti altri temi affrontati nel suo discorso, l'Afghanistan, con l'annuncio che l'Europa stanzierà altri 100 milioni di euro per aiuti umanitari e l'importanza di gestire insieme le politiche di migrazione e asilo. Inoltre, la necessità di avere un sistema di difesa europeo, di investire sempre più sul clima, perché gli impegni di riduzione delle emissioni entro il 2030 non bastano.

Alla fine del discorso, Von Der Leyen ha salutato Bebe Vio, la campionessa paraolimpica medaglia d'oro nel fioretto a Tokyo, invitata ad assistere al discorso. "È una paladina dei valori in cui crede" ha detto, è andata avanti con il suo credo: se sembra impossibile...allora si può fare".

Lasciamoci ispirare anche dai giovani come lei che hanno cambiato la nostra percezione del possibile, ha detto von del Leyen, e l'europarlamento l'ha accolta con un grandissimo applauso.

Riproduzione riservata ©
loading...