Premier tratta sul futuro e corteggia City. Ma resta sotto tiro