Roma, (askanews) - Donald Trump ha annunciato su Twitter le dimissioni del ministro della Giustizia Jeff Sessions. "Siamo lieti di annunciare che Matthew G. Whitaker sarà capo di gabinetto al Dipartimento di Giustizia ad interim", poi sarà trovato "un sostituto permamente" ha scritto il presidente Usa. "Ringrazio Jeff Sessions per il suo lavoro".

Le dimissioni di Sessions sono arrivate su richiesta del presidente, riferisce il New York Times, e sono state presentate al capo dello staff presidenziale John Kelly, all'indomani delle elezioni di Midterm. Trump aveva detto di considerare "normale" un rimpasto dopo il voto e l'uscita di Sessions era data per certa da tempo dai media.

I rapporti tra il ministro e Trump erano infatti diventati molto tesi da quando aveva annunciato la sua astensione dalle indagini sul Russiagate.

Sessions, senatore repubblicano dell'Alabama, fu il primo sostenitore di Trump per la nomination repubblicana e la nomina alla guida del Dipartimento di Giustizia, dopo l'elezione del 2016, venne vista come una ricompensa. Ma dopo essersi chiamato fuori dall'indagine del procuratore speciale Robert Mueller Trump lo aveva spesso attaccato. Nella lettera di dimissioni Sessions ha scritto: "Caro presidente, su sua richiesta rassegno le dimissioni".