Mondo

Ue, Conte: alcuni Paesi in difficoltà sul "green", ci lavoriamo

Bruxelles, 15 ott. (askanews) - Cambiamenti climatici e Brexit. Sono i due temi affrontati nel primo della due giorni di Consiglio Europeo in programma a Bruxelles. Due temi sui quali il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha espresso la posizione del governo italiano: "Sul tema dei cambiamenti climatici "non prenderemo delle decisioni a questo vertice - ha spiegato - Gli impegni politici e conclusioni sono rinviate al consiglio europeo di dicembre ma stiamo lavorando per indirizzare questo tema. Dobbiamo lavorare per transizione energetica, abbiamo obiettivi ambiziosi a livello di Ue, ridurre fino al 55% le emissioni di Co2 entro il 2030 rispetto alle emissioni del 1990. È una sfida molto ambiziosa. Ci sono Stati membri che sono in difficoltà, hanno apparati produttivi e industriali malpredisposti per questa conversione. L'arco temporale così definito è un impergno molto sfidante ma dobbiamo lavorare tutti insieme per condurre tutti e procedere tutti insieme verso questi obiettivi, nell'interesse comune".

Sulla Brexit, secondo il premier italiano, l'Ue è unita. "Per quanto riguarda la Brexit siamo tutti uniti. Siamo entrati in una fase del negoziato in cui bisogna stringere i tempi. Dobbiamo affidarci al negoziatore Barnier per raggiungere un accordo. Lavoreremo per questo obiettivo fino all'ultimo istante. Ma non possiamo rinunciare a lavorare per un accordo equo ed equilibrato. Quindi non un accordo a tutti i costi", ha spiegato Conte.

Riproduzione riservata ©
loading...