Mondo

Ucraina, Zelensky: no a negoziati con Mosca dopo referendum farsa

Roma, 28 set. (askanews) - Kiev non sarà in grado di negoziare con la Russia dopo che Mosca ha tenuto dei "referendum" di annessione in quattro regioni ucraine occupate, ha dichiarato il presidente Volodymyr Zelensky all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il riconoscimento da parte della Russia degli pseudo-referendum come "normali", l'attuazione del cosiddetto scenario della Crimea e l'ennesimo tentativo di annettere il territorio ucraino significano che non c'è nulla di cui parlare con il residente russo, ha detto in un videomessaggio durante una riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu.

"Davanti agli occhi di tutto il mondo, la Russia sta conducendo una vera e propria farsa chiamata 'referendum' sul territorio occupato dell'Ucraina", ha affermato. La gente è costretta a compilare dei documenti per un'immagine televisiva sotto la minaccia delle mitragliatrici". "Le cifre dei presunti risultati dello pseudo-referendum sono state tracciate in anticipo".

Riproduzione riservata ©
loading...