Mondo

Ucraina, decine di diplomatici russi espulsi da Italia e Paesi Ue

Roma, 5 apr. (askanews) - L'Italia, come molti altri Paesi europei, ha annunciato l'espulsione di alcuni diplomatici russi in servizio presso l'Ambasciata della Federazione russa a Roma. In un punto stampa alla Farnesina, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha dichiarato:

"Il segretario generale della Farnesina, l'ambascatore Ettore Sequi, ha convocato questa mattina alla Farnesina l'ambasciatore della Federazione russa in Italia, Sergei Razov, per notificargli la decisione del governo italiano di espellere 30 diplomatici russi in servizio presso l'ambasciata in quanto persone non grate".

La Russia risponderà in modo appropriato all'espulsione di 30 diplomatici russi dall'Italia, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Una misura, ha precisato Di Maio, presa in accordo con altri partner europei e atlantici. La Francia ha infatti annunciato l'espulsione di 35 diplomatici "le cui attività sono contrarie ai (suoi) interessi, la Germania di altri 40, la Spagna di "circa 25". E così la Danimarca che ha deciso di espellere 15 diplomatici russi per "attività di spionaggio" nel Paese, la Svezia altri 3.

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha espresso il rammarico per l'espulsione di diplomatici russi da diversi paesi europei a causa degli eventi in Ucraina. Una misura "miope" - ha sottolineato - che ostacola la comunicazione tra gli Stati in un momento difficile e sarà seguita "inevitabilmente" da azioni reciproche da parte di Mosca.

(IMMAGINI AFPTV E MINISTERO DEGLI ESTERI)

Riproduzione riservata ©
loading...