Mondo

Trump presenta riforma 'light' e difende polizia: senza, il caos

New York, 16 giu. (askanews) - "Gli americani sanno la verità: senza la polizia, c'è il caos". Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha difeso la polizia durante il suo discorso di presentazione dell'ordine esecutivo che prevede una leggera riforma, dopo le proteste seguite alla morte di George Floyd, per cui sono stati incriminati quattro agenti.

"Oggi dobbiamo dare una prova di buon senso e trovare un terreno d'intesa - ha dichiarato - Mi oppongo fermamente a chi vuole togliere i finanziamenti e a chi vuole dissolvere il servizio di polizia, soprattutto oggi che registriamo i più bassi tassi di criminalità della storia recente".

"Ridurre il crimine e aumentare gli standard non sono obiettivi opposti", ha aggiunto.

Trump ha invocato maggiore trasparenza, un miglior addestramento e l'adozione "dei massimi standard professionali" per la condotta dei poliziotti.

Il presidente ha poi incoraggiato il Congresso ad approvare una legge di riforma della polizia.

L'ordine esecutivo firmato da Trump invita a limitare l'uso della presa al collo e prevede la creazione di un database nazionale sulle condotte violente dei poliziotti. Il presidente ha sottolineato che "c'è un numero ridotto di cattivi poliziotti. Una percentuale molto piccola, ma ci sono".

L'ordine esecutivo non affronta gran parte dei problemi riguardanti il razzismo sistemico della polizia, secondo i commenti critici dei parlamentari democratici.

Riproduzione riservata ©
loading...