Washington, 15 feb. (askanews) - Dichiarare l'emergenza nazionale al confine con il Messico per costruire il muro. Dalla Casa Bianca il presidente degli Stati Uniti ha annunciato la sua mossa per aggirare il Congresso e stanziare i fondi per la costruzione della barriera anti-migranti da lui promessa fin dalla campagna elettorale.

"Abbiamo bisogno di un muro, il muro è essenziale per la nostra sicurezza nazionale - ha dichiarato Trump - firmerò la dichiarazione di emergenza nazionale, in passato lo hanno fatto altri presidenti e non è mai stato un problema. C'è un'invasione nel nostro Paese: droga, trafficanti di essere umani, criminali. Non controlliamo i nostri confini".

Secondo alcune anticipazioni, Trump userà 8 miliardi per la costruzione del muro, fondi previsti per altri scopi che saranno presi dai dipartimenti del Tesoro e della Difesa.

Dure critiche sono piovute subito dai democratici. Nancy Pelosi ha parlato di una mossa che fa una "violenza alla Costituzione e rende l'America meno sicura", oltre che di abuso di potere.