Roma, (askanews) - Il Brasile ha inviato truppe al confine con il Venezuela dopo che gli abitanti della città brasiliana di Pacaraima hanno attaccato e bruciato i campi dove vivono i venezuelani. Sono decine di migliaia i venezuelani che negli ultimi tre anni hanno attraversato il confine per sfuggire alla crisi economica, politica e sociale in atto nel loro Paese.

Le violenze sono iniziate dopo che un commerciante di Pacaraima è stato derubato e picchiato e la sua famiglia ha puntato il dito contro un migrante venezuelano. Decine di persone hanno attaccato i due principali campi dove vivono i venezuelani, dando fuoco alle loro cose, e costringendoli a rientrare nel loro Paese. Pacaraima conta circa 12.000 abitanti e si stima siano circa 1.000 i migranti che vivono in strada.