Mondo

Spagna, 350mila dosi di vaccino: primo lotto in ritardo di 24 ore

Roma, 29 dic. (askanews) - La Spagna ha ricevuto oltre 350.000 dosi del vaccino Pfizer/BioNTech dopo un ritardo, dovuto a cause logistiche, che ha impedito la consegna delle dosi il 28 dicembre come previsto inizialmente.

I vaccini sono arrivati a bordo di cinque aerei in cinque città del Paese, e sono stati poi inviati in diverse regioni "affinché la campagna di vaccinazione di massa possa iniziare in Spagna", secondo una dichiarazione del governo.

L'esercito ha poi trasportato le dosi nei due arcipelaghi delle Canarie e delle Baleari e nelle due enclave di Ceuta e Melilla, situate sulla costa marocchina.

La Spagna, che ha registrato più di 50.000 morti dall'inizio della pandemia, secondo l'ultimo bilancio ufficiale dei morti al 29 dicembre, ha ricevuto le prime dosi di vaccino il 26 dicembre e ha iniziato la campagna di vaccinazione il giorno dopo, nel V-Day europeo.

Doveva ricevere una grossa spedizione di vaccino il giorno dopo, cioè il 28 dicembre, ma la consegna è stata ritardata di 24 ore.

Riproduzione riservata ©
loading...