Mondo

Scatta operazione Soleimani martire, Iran si vendica su basi Usa

Milano, 8 gen. (askanews) - Pioggia missili su Al-asad ed Erbil. È scattata l'operazione Soleimani martire: così l'Iran si vendica sulle basi Usa. Illesi i militari italiani nella feroce vendetta, contro gli Stati Uniti, come l'ha chiamata la Guardia Rivoluzionaria. Non a caso l'attacco dell'Iran è avvenuto nello stesso orario della morte del generale Soleimani.

Decine di missili sono stati lanciati contro due basi irachene che ospitano militari statunitensi: quella di al-Asad e quella di Erbil, dove è presente anche il contingente italiano.

I militari sono stati messi in sicurezza in un bunker e sarebbero tutti illesi.

I pasdaran rivendicano e minacciano anche Israele e gli altri alleati Usa, intimando agli americani di lasciare la regione. Nel frattempo il presidente russo Vladimir Putin ha incontrato Bashar al-Assad in Siria durante una visita a sorpresa a Damasco mentre la prospettiva della guerra tra Iran e Stati Uniti incombe sempre più minacciosa.

Riproduzione riservata ©
loading...