Mondo

Sangue sul voto in Pakistan, kamikaze si fa esplodere al seggio

  • 01:17

Islamabad, (askanews) - Sangue sul voto in Pakistan. Un kamikaze si è fatto saltare in aria a un seggio di Quetta, nel Sudovest del Paese, uccidendo almeno 28 persone e ferendone 35. L'attentatore "stava cercando di entrare nel seggio. Quando la polizia ha tentato di fermarlo, si è fatto esplodere", ha dichiarato un alto funzionario dell'amministrazione locale.

Anche la campagna elettorale era stata funestata da attentati che hanno causato la morte di oltre 100 persone. I seggi sono militarizzati.

I pachistani devono scegliere il futuro leader del Paese e si prevede un testa a testa tra i due principali partiti, con un leggero vantaggio per l'ex campione di cricket Imran Khan. Il timore principale è che si possano verificare brogli a causa dei poteri di intervento dati ai militari ai seggi, quasi 800mila per 85mila stazioni di voto.

Il partito di Khan, Tehreek-e-Insaf (PTI), potrebbe beneficiarne. Lo sfidante è il partito dell'ex premier Nawaz Sharif, la Lega musulmana del Pakistan-Nawaz (PML-N), guidata dal fratello dell'ex capo di governo Shahbaz Sharif. Quest'ultimo ha fatto un appello ai pachistani a "uscire dalle proprie case per cambiare il destino del Paese".

Riproduzione riservata ©
loading...