Washington (askanews) - Gli Stati Uniti faranno in modo che "l'Isis non rialzi di nuovo la sua brutta testa". Lo ha detto il vicepresidente Mike Pence, dopo la morte di quattro soldati statunitensi a Manbij, città nel nord della Siria, vittime di un attentato suicida rivendicato dall'Isis.

"Stiamo riportando le truppe a casa, l'Isis è stato sconfitto. Resteremo nella regione, resteremo in battaglia per fare in modo che l'Isis non rialzi di nuovo la sua brutta testa. Proteggeremo - ha detto - le conquiste dei nostri soldati e dei partner della coalizione".