Mondo

Oms: in 2 mesi un europeo su 2 contrarrà Omicron

Milano, 11 gen. (askanews) - Omicron corre veloce e in due mesi più di un europeo su due la potrebbe contrarre secondo le nuove stime annunciate dall'Oms. La variante presenta mutazioni che le consentono di aderire più facilmente alle cellule umane, e che possono infettare anche persone che sono state precedentemente infettate o vaccinate.

Hans Kluge, direttore OMS Europa:

"A questo ritmo l'Institute for Health Metrics and Evaluation prevede che oltre il 50% della popolazione della regione sarà infettata da Omicron nelle prossime sei-otto settimane"

Kluge ha anche parlato di oltre 7 milioni di nuovi casi nella prima settimana del 2022, più che raddoppiati

in un periodo di due settimane. Ma nemmeno il Long Covid deve essere sottovalutato o gli effetti sulla salute mentale dei lockdown.

"Cinquanta dei 53 paesi in Europa e in Asia centrale hanno ora segnalato casi di Omicron. Sta rapidamente diventando il virus dominante nell'Europa occidentale e ora si sta diffondendo anche nei Balcani".

Un alto livello di infezione nella popolazione è tollerabile soltanto attraverso l'immunizzazione, hanno sottolineato gli esperti dell'Oms, con l'importanza della dose booster che protegge i fragili e per questo i fragili dovrebbero avere accesso alla dose booster al più presto nella regione europea.

Quanto all'attualità dei lockdown, secondo Kluge si deve provare di tutto per evitarli e devono essere considerati l'ultima spiaggia.

Servizio di Cristina Giuliano

Montaggio askanews

Immagini Oms, Afp

Riproduzione riservata ©
loading...