Mondo

Oms: 10% popolazione mondiale potrebbe essere stata contagiata

Roma, 5 ott. (askanews) - Circa il 10 per cento della popolazione mondiale potrebbe essere stata contagiata dal nuovo coronavirus e la stragrande maggioranza delle persone rimane a rischio.

Un messaggio che arriva dal direttore esecutivo del programma per le emergenze sanitarie dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Michael Ryan, che durante la speciale sessione dedicata all'emergenza Covid nel mondo, dopo aver analizzato l'aumento dei contagi e dei morti nei vari paesi, sottolineando le significative differenze a livello epidemiologico tra paesi come le Americhe, l'Europa, il Sudest asiatico rispetto all'Africa o all'area del Pacifico occidentale in cui la situazione è migliorata, ha sottolineato:

"Le nostre migliori attuali stime ci dicono che circa il 10 per cento della popolazione mondiale potrebbe essere stata contagiata da questo virus, questo varia a seconda del Paese, questo varia dalle zone urbane a quelle rurali, varia tra i diversi gruppi, ma ciò significa che la stragrande maggioranza del mondo rimane a rischio. Sappiamo che la pandemia continuerà a evolversi, ma sappiamo anche di avere gli strumenti per lavorare per reprimere la trasmissione e salvare vite in questo momento, e sono a nostra disposizione. Il futuro dipende dalle scelte che facciamo collettivamente".

Prudenza, misure di sicurezza, collaborazione tra paesi e sostegno a quelli più bisognosi l'appello fatto anche dal direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus:

"Usiamo tutte le energie che abbiamo per combattere il virus non per farci guerra tra noi. Servono solidarietà e sostegno globale, questa è l'unica via per sconfiggere la pandemia" ha detto.

Riproduzione riservata ©
loading...