Mondo

Nella favela di Vinicius tutti solidali contro insulti razzisti

Sao Gonçalo (Brasile), 24 mag. (askanews) - La cittadina di Sao Gonçalo, nella periferia povera di Rio de Janeiro, ha dato i natali a Vinicius Junior. Qui, dove il campione di calcio del Real Madrid è cresciuto giocando i suoi primi palloni, tutti sono indignati per gli insulti razzisti subiti in Spagna dal loro idolo.

"È un ragazzo onesto che lotta per migliorare, è un grande giocatore. Il Brasile e il mondo non sopportano di vedere un uomo di colore, di una favela, raggiungere la vetta, ecco cosa succede", dice Victor.

Afp del 24/05/23 03:39 -- Au Brésil, dans la ville natale de Vinicius Jr, tous partagent sa peine

00:02:52:01 20230524__afp__05452715 00:03:06:23 00:00:14:22 00:04:16:07

"È il miglior giocatore del mondo in questo momento e quello che gli stanno facendo è davvero brutto. Perché? Perché è nero? Perché viene da una famiglia povera? Ha vinto tutto. È da cordardi quello che gli stanno facendo", commenta Wanderley Santos.

Il caso di razzismo che ha visto vittima Vinicius ha fatto il giro del mondo. A Sao Paulo diverse persone si sono riunite davanti al consolato spagnolo per protestare e difendere il loro campione.

Riproduzione riservata ©
loading...