Stato ebraico, 'non siamo responsabili, cooperazione prosegue'