Mondo

Madrid sotto la neve, volontari in azione davanti agli ospedali

Roma, 11 gen. (askanews) - La peggiore tempesta di neve degli ultimi decenni, ribattezzata Filomena, ha investito la Spagna e in particolare la città di Madrid dove una nevicata del genere non si vedeva dai primi anni '70. Impressionante la città vista dall'alto. Un paesaggio assolutamente inconsueto.

Ma è corsa contro il tempo per liberare le strade prima dell'arrivo del grande freddo per evitare la formazione del ghiaccio a causa delle temperature rigidissime previste fino a giovedì, con anche meno dieci gradi in alcune zone.

Voli cancellati, circolazione dei treni bloccata. In campo volontari, esercito, spazzaneve, la priorità è liberare le vie d'accesso agli ospedali vista l'emergenza Covid-19 e la campagna di vaccinazione in atto con nuove dosi in arrivo.

Ups 3.13 da afp 15.18

"Siamo venuti subito dopo aver visto le immagini in tv - racconta un volontario - i vicini ci hanno raccontato come erano gli accessi all'ospedale, abbiamo tre ospedali in questo quartiere e siamo consapevoli di quanto sia importante che abbiano l'accesso libero. Ci hanno dato molto durante il confinamento e stanno dando tutto durante la pandemia e questo è il minimo di quello che possiamo fare".

In molti hanno assaltato negozi e supermercati ancora aperti per fare scorte prima del grande freddo. Altri ne hanno approfittato per farsi un giro in città con gli sci. A Madrid chiuse scuole e università almeno fino a mercoledì.

Riproduzione riservata ©
loading...