Londra, (askanews) - È comparso davanti al tribunale di Westminster Salih Khater, il britannico di origini sudanesi che il 14 agosto a bordo di una Ford Fiesta ha investito dei pedoni davanti al parlamento di Londra.

Il 29enne residente a Birmingham, che aveva acquisito la cittadinanza britannica da poche settimane, è stato incriminato per "tentato omicidio".

"L'incriminazione avviene dopo un incidente nel corso del quale il signor Khater ha lanciato la sua auto su un gruppo di passanti fermi fuori dal Parlamento", ha indicato la polizia metropolitana di Londra in un comunicato.

"In ragione del metodo impiegato, del luogo scelto e della presunta scelta di prendere di mira dei civili e dei poliziotti, la polizia considera questo caso un atto di terrorismo".

Secondo la Bbc, Salih Khater è arrivato nel 2010 come rifugiato nel Regno Unito, dopo essere stato in Libia. Ha proseguito i suoi studi in Scienze a Birmingham. L'uomo aveva inoltre ottenuto un permesso per lavorare come guardia di sicurezza a Nottingham.

L'attacco ha presentato diverse similitudini con quello commesso da Khalid Masood, un britannico convertito all'islam, nel 2017 sul ponte di Westminster, che ha provocato cinque morti e decine di feriti.