Mondo

Libia, sono almeno 10mila i morti a Derna a causa delle inondazioni

Derna (Libia), 13 set. (askanews) - Interi quartieri distrutti e corpi ammassati lungo le strade. Peggiora di ora in ora il bilancio delle vittime delle inondazioni che hanno colpito la Libia. Al momento si parla di almeno 10mila morti con altrettanti dispersi secondo i dati in possesso del governo e della Mezzaluna Rossa, ma avere un numero preciso delle vittime è molto difficile.

Dopo l'arrivo devastante dell'uragano Daniel, domenica 10 settembre, a Derna, la città libica più colpita, sono crollati due dighe e 4 ponti causando l'allagamento di gran parte del paese della Cirenaica. L'acqua ha distrutto strade e infrastrutture, rendendo difficile per i soccorritori raggiungere le aree più colpite, soprattutto le zone più interne.

Almeno 30.000 gli sfollati secondo gli ultimi dati.

In queste immagini satellitari che mostrano la città prima e dopo l'alluvione, si vede la devastazione di Derna dopo il passaggio dell'uragano.

La macchina dei soccorsi si è immediatamente messa in moto. La presidente della Commissione europea, Ursula

von der Leyen, nel suo discorso sullo stato dell'Unione, nell'esprimere dolore per le inondazioni in Libia e il sisma che ha colpitio il Marocco ha ribadito che "l'Europa è sempre pronta a prestare aiuto in tutti i modi possibili".

Il Ministero della Difesa italiano ha disposto l'invio in Libia di 2 aerei C-130J dell'Aeronautica Militare con personale e mezzi dei Vigili dl Fuoco e della nave San Giorgio della Marina Militare.

(Immagini Al Masar TV e Planet Labs Pbc)

Riproduzione riservata ©
loading...