Mondo

Libano, minuto di silenzio a Beirut a una settimana da tragedia

Roma, 11 ago. (askanews) - La capitale libanese, Beirut, è rimasta in silenzio per un minuto oggi in ricordo delle oltre 220 persone uccise da una colossale esplosione esattamente una settimana fa. La città si è fermata alle 18:09 locali (17:09 in Italia), l'ora esatta in cui sono esplose 2.750 tonnellate di nitrato di ammonio immagazzinate senza misure di sicurezza nel porto. L'esplosione ha raso al suolo gli edifici vicini e causato ingenti danni in tutta la città.

Queste le immagini della Moschea "Mohammad Al-Amin" per omaggiare le vittime dell'esplosione di una settimana fa.

Ieri il governo si è dimesso di fronte alla protesta crescente contro un'élite al potere che molti accusano di corruzione e negligenza. L'annuncio del primo ministro Hassan Diab non è riuscito a calmare i manifestanti, che si sono scontrati con la polizia nel centro di Beirut per la terza notte consecutiva. Le manifestazioni sono state le più grandi dallo scorso ottobre, quando la crisi economica senza precedenti ha portato la gente in piazza per chiedere una riforma radicale del sistema politico.

Riproduzione riservata ©
loading...