Mondo

La Grecia al centrodestra di Nuova Democrazia, sconfitto Tsipras

  • 01:28

Roma, 8 lug. (askanews) - Il tramonto di Alexis Tsipras. In Grecia il risultato delle urne è netto: vincono i conservatori di Nuova Democrazia, superando di circa 8 punti il partito di sinistra radicale Syriza e trionfa Kyriakos Mitsotakis che promette subito una svolta nel Paese.

Dalle urne è uscito "un messaggio chiaro per la crescita, la creazione di posti di lavoro e la sicurezza" ha detto dopo aver appreso il risultato. "Una vittoria importante non solo per la Grecia, ma per l'Europa. L'estrema destra - ha detto riferendosi ai neofascisti di Alba Dorata - non ha superato la soglia del 3% ed è una grande vittoria per la democrazia greca, io sono orgoglioso di aver risollevato un partito che è passato da un 28% delle ultime elezioni a quasi il 40%".

Il premier uscente ha ammesso la sconfitta e ha promesso di "trasformare" il suo partito, Syriza, in cui molti greci anni fa avevano riposto le loro speranze, in un "grande partito democratico progressista". Tsipras aveva promesso la fine delle misure di austerità e la rinegoziazione delle dure condizioni imposte dai creditori a un Paese in una fortissima crisi, poi però aveva rivisto molte posizioni allontanando gli elementi più radicali dal partito e piegandosi, in parte, alla finanza internazionale. "Oggi, a testa alta - ha detto - accettiamo il verdetto popolare. Per portare la Grecia dove è oggi, abbiamo dovuto prendere decisioni difficili, con un pesante costo politico".

Riproduzione riservata ©
loading...