Mondo

La Cina stanzia altri 60 miliardi di dollari per sviluppo Africa

  • 01:44

Pechino, (askanews) - La Cina stanzierà altri 60 miliardi di dollari a favore dello sviluppo economico dei paesi africani: lo ha promesso il presidente cinese, Xi Jinping, in apertura del vertice diplomatico Cina-Africa a Pechino.

"Per promuovere la realizzazione armoniosa di 'Otto grandi azioni', la Cina è pronta a stanziare ulteriori 60 miliardi di dollari - ha detto il presidente - per sostenere l'Africa tramite l'aiuto governativo, investimenti e sovvenzioni a istituzioni finanziarie e aziende".

Il sostegno del colosso asiatico comprenderà 15 miliardi di dollari di "aiuti gratuiti e prestiti senza interessi", linee di credito e investimenti delle imprese cinesi, ha sottolineato Xi, mentre Pechino è spesso accusata di imporre ai suoi partner un debito insostenibile.

Xi ha garantito, ma senza fornire date o il nome degli Stati interessati, che la Cina annullerà una parte del debito, arrivato a maturità quest'anno, dei paesi meno sviluppati, enclave o insulari, del continente africano.

Infine, le aziende cinesi saranno incoraggiate a investire "almeno 10 miliardi di dollari" in Africa nel corso dei prossimi tre anni.

Questi investimenti, accolti con favore dai paesi africani che desiderano velocizzare il loro sviluppo economico, hanno allo stesso tempo accresciuto il loro indebitamento e la loro dipendenza nei confronti di Pechino, secondo i detrattori occidentali. Lo stesso Fondo monetario internazionale (Fmi) ha espresso preoccupazione per il caso di Gibuti: il debito pubblico estero del piccolo paese sul Corno d'Africa è cresciuto dal 50 all'85% del Pil in due anni a causa dei debito dovuti a Exim Bank, banca statale cinese.

Secondo la China Africa Research Initiative (Cari), che ha sede a Washington, la Cina ha prestato all'Africa un totale di 125 miliardi di dollari tra il 2000 e il 2016.

Riproduzione riservata ©
loading...