Immaginate un Salvini o un Di Maio con il dono dell'ubiquità, che tengono comizi elettorali contemporaneamente in 50 città facendo lo stesso discorso tramite robot umanoidi che ne riproducono perfettamente fattezze e movenze: è uno degli scenari futuribili evocati da Hiroshi Ishiguro, che all'Università di Osaka lavora al perfezionamento continuo di questi robot. Ishiguro ha partecipato a Cernobbio al Forum Ambrosetti, dove ha tenuto una relazione attraverso il suo “clone” umanoide. Per lui, sarà l'intelligenza artificiale applicata ai robot umanoidi a provocare profonde trasformazioni al di là dell'economia, ossia anche sociali e politiche, anche se ora ci è ancora difficile immaginare tutte le possibilità di interazione tra umani e umanoidi. Quanto alle applicazioni alla politica, Ishiguro ammette di non avere certezze in proposito, ma che sicuramente l'intelligenza artificiale connessa agli umanoidi offrirà nuove possibilità di veicolare con efficacia messaggi e programmi politici.