Mondo

India, manifestazioni a New Delhi: diversi morti

New Delhi, 20 dic. (askanews) - In India, diverse persone sono rimaste uccise negli scontri collegati alle proteste contro la nuova legge sulla cittadinanza, considerata discriminatoria nei confronti dei musulmani.

Migliaia di persone sono scese in piazza per protestare, nonostante le autorità abbiano imposto divieti di manifestazione a New Delhi e negli stati dell'Uttar Pradesh e Karnataka.

Dall'11 dicembre, quando il Parlamento indiano ha approvato una legge che concede la cittadinanza ai migranti illegali provenienti da Afghanistan, Bangladesh e Pakistan, a patto che non siano musulmani, sono scoppiati scontri e violenze nel Paese costati già una decina di morti e una cinquantina di feriti.

Il provvedimento è stato bollato da più parti come discriminatorio, ma il partito di maggionranza indù, il Bjp, lo ha difeso, sostenendo che la sua "ratio" è quella di aiutare coloro che fuggono da persecuzioni religiose.

Riproduzione riservata ©
loading...