Mondo

In Cina presentata Maya, il primo lupo artico clonato al mondo

Roma, 21 set. (askanews) - Dieci mesi dopo la morte di una lupa artica di 16 anni di nome Maya in uno zoo della Cina settentrionale, è nata una nuova "Maya" grazie alla clonazione. Utilizzando un cane beagle come vettore gestazionale, la Sinogene Biotechnology, con sede a Pechino, ha dichiarato di aver clonato con successo un lupo artico, il "primo al mondo".

"È relativamente più facile clonare esemplari canini e gatti - ha detto Zhao Jianping, vice direttore generale di Sinogene - continueremo a lavorare in questo campo. Nella fase successiva, potremmo clonare animali selvatici rari diversi da cani e gatti, il che potrebbe richiedere l'uso di una tecnologia di clonazione eterogenea, e sarà più difficile".

Allo zoo si festeggiano i suoi primi 100 giorni. E gli scienziati cinesi salutano il successo della procedura come una pietra miliare per preservare in futuro la fauna selvatica in via di estinzione e le specie rare. "Il lupo appena nato ha lo stesso genoma del lupo originale - ha spiegato ancora - ma il lupo clonato non ha vissuto con altri lupi, bensì con un cane. In effetti, per i cani e i gatti domestici clonati, c'è anche un problema di socializzazione precoce. Quanto più precoce è la socializzazione, tanto più è vantaggioso per il suo sviluppo futuro".

Nel 2019, l'azienda cinese aveva già annunciato la creazione di "Garlic", il primo gatto clonato con successo.

Riproduzione riservata ©
loading...