Mondo

Il caviale albino austriaco, un tesoro gastronomico per pochi

Milano, 29 dic. (askanews) - E' allevato in un paesino dell'Austria e vive nelle acque cristalline che scendono dalle sorgenti purissime delle Alpi. E' forse il caviale più raro e più caro del mondo, un tesoro che in pochi possono gustare. E' il caviale albino allevato a Grodig, paesino a due passi da Salisburgo, dove Walter Grull ha un allevamento di storioni albini. Ha iniziato l'attività nel 1981 decidendo di smarcarasi dalla produzione di caviale tradizionale allevando storioni senza pigmentazione. La qualità delle uova, anche esse senza melatonina, è purissima.

Dopo una ecografia, per esaminare lo stato del pesce, Grull incide delicatamente la pancia di una femmina di storione di 16 anni per estrarne un caviale color crema. "Il caviale albino è ancora più dolce di quello nero. Provatelo! Credo sia il modo migliore per descriverlo correttamente", spiega.

"Il caviale bianco rappresenta circa l'1 per cento della produzione totale di caviale. E' un prodotto molto raro e non è disponibile in grandi quantità". "Realisticamente, il 30, 40 per cento della produzione è consumato tra Natale e Capodanno", ha aggiunto Grull.

Certo, non tutti possono permetterselo. Se il caviale nero già è un prodotto gastronomico di lusso, con quello albino si puo parlare di un prodotto di elite: i 600 grammi estratti da questo storione femmina sono stati venduti a circa ottomila euro. In tempi di coronavirus, con i ristoranti stellati chiusi, il caviale albino è soprattutto venduto al dettaglio. Destinazione: Asia, Medio Oriente e Russia.

Riproduzione riservata ©
loading...