Mondo

I 50 anni di Medici senza frontiere, l'Ong che cura il mondo

Milano, 7 giu. (askanews) - Compie 50 anni "Medici senza frontiere", organizzazione nata con uno scopo semplice e complicatissimo: aiutare e curare chiunque ne avesse bisogno nel mondo. Tutto è cominciato con un gruppo di medici e giornalisti francesi al seguito della Croce Rossa in Biafra nel 1968, nel mezzo della Guerra Civile fra bombe e rivolte e con la popolazione che moriva di fame. Fu uno choc, racconta uno dei fondatori, l'81enne Bernard Kouchner, poi diventato ministro degli Esteri della Francia.

"Quello che ha contato soprattutto è stata questa esperienza in Biafra. Eravamo con la Croce Rossa, abbiamo dovuto firmare un documento che diceva 'non racconteremo nulla di quanto abbiamo visto', ma noi volevamo raccontare quello che avevamo visto, per i bambini del Biafra".

Così nel 1971 nacque Medici senza frontiere che negli anni ha dato aiuto alle vittime di terremoti, carestie, epidemie, guerre, e ora segue 100 operazioni in 75 paesi, dal salvataggio di migranti nel Mediterraneo a curare l'ebola in Africa.

"C'era una ragion d'essere di Medici senza frontiere: portare aiuto medico a chi ne ha più bisogno - sottolinea Rony Brauman, presidente di Msf fino al 1994 - E questa ragion d'essere è ancora viva e giustificata, anche se in modalità diverse perché ora c'è personale sanitario qualificato in regioni in cui prima non c'era e quindi ci integriamo e lavoriamo insieme. Ma la sua ragion d'essere continua ad esistere".

Riproduzione riservata ©
loading...