Mondo

Germania, ergastolo al neonazista che uccise Walter Luebcke

Roma, 28 gen. (askanews) - Il tribunale di Francoforte ha condannato all'ergastolo Stephan Ernst, neonazista tedesco che nel giugno 2019 ha ucciso il politico pro-migranti Walter Luebcke, omicidio che ha risvegliato lo spettro di un terrorismo di estrema destra in Germania.

Un processo di portata storica, perché si tratta del primo omicidio dal 1945 di un deputato, del partito conservatore di Angela Merkel (Cdu), attribuito a un simpatizzante neonazista.

"La condanna per omicidio non lascia alcun spazio al dubbio riguardante la colpevolezza" di Stephan Ernst, 47 anni, ha spiegato il presidente del tribunale di Francoforte, Thomas Sagebiel, mentre pronunciava il verdetto.

Nella notte del 2 giugno 2019, Walter Luebcke, deputato di 65 anni della Cdu, fumava una sigaretta sulla terrazza della sua abitazione a Kassel, in Assia, quando è stato ucciso da un proiettile che lo ha raggiunto alla testa da una distanza ravvicinata.

Riproduzione riservata ©
loading...