Roma, (askanews) - La premier britannica Theresa May resta ferma sulle sue posizioni e malgrado la sconfitta del suo piano da parte del parlamento britannico, intervenendo nel dibattito ai Comuni in merito alla mozione di sfiducia nei suoi confronti, insiste sull'importanza dell'accordo per il divorzio dall'Europa, aggiungendo che un voto anticipato in questo momento "sarebbe la cosa peggiore" per il Regno Unito.

"Ciò che il governo vuole fare è prima di tutto garantire di portare avanti il risultato di un referendum che ha deciso l'uscita dall'Europa, lo vogliamo fare in modo da garantire il rispetto dei voti di coloro che hanno scelto di lasciare l'Unione europea in quel referendum. Questo significa porre fine alla libera circolazione, ottenere un accordo più equo per agricoltori e pescatori, aprire nuove opportunità commerciali con il resto del mondo e mantenere buoni rapporti con i vicini europei".

"Un voto politico semplicemente non è nell'interesse nazionale" ha aggiunto May. Il parlamento deve "finire il suo lavoro" e un nuovo voto non farebbe che ritardarlo.