Mondo

Europee, in Francia è scontro diretto fra Macron e Le Pen

  • 01:17

Parigi, 24 mag. (askanews) - Più che un voto per l'Europarlamento la campagna elettorale in Francia sembra un duello per l'Eliseo.

Il presidente della Repubblica Emmanuel Macron è sempre in prima linea come fosse il capolista del suo partito La République En Marche (LREM), nel nome di un'Europa che rischia "di andare in frantumi" e soprattutto contro il Rassemblement National (RN) di Marine Le Pen, accusata dal capo dello Stato addirittura di connivenza con "interessi stranieri" per smantellare l'Ue.

Marine Le Pen da parte sua cerca la rivincita delle presidenziali perse nel 2017 proprio contro Macron e ha dichiarato che se il presidente "non vince queste elezioni dovrà andarsene".

"Lo dice lui stesso: se non arrivo in testa avrò problemi nella seconda metà del mandato. E allora io dico ai francesi per favore dategli problemi, fermatelo se possibile. L'unico modo evidentemente è votare la sola lista che può battere quella di Macron, la mia".

La mobilitazione di Macron non sembra però aver sortito l'effetto sperato. Gli ultimi sondaggi danno il Rassemblement National di Le Pen in testa, anche se di pochissimo: oltre il 23% di intenzioni di voto in media, mentre il partito del presidente è accreditato di circa il 22%.

Se domenica l'estrema destra di Le Pen dovesse arrivare prima tra i partiti in gara, per Macron sarebbe uno smacco personale difficile da gestire.

Riproduzione riservata ©
loading...

Ultime dalla sezione