Mondo

Esercito Italiano e svizzero coinvolti in Odescalchi 2022

Milano, 27 mag. (askanews) - Torna dopo sei anni l'esercitazione di protezione civile transfrontaliera: quest'anno Odescalchi 2022. Si svolgerà tra Luino e Maccagno e coinvolgerà tra il 13 e il 19 giugno l'esercito italiano e quello svizzero in un'ottica di cooperazione tra le due parti per la prevenzione e il contrasto di eventi calamitosi in zona di confine.

L'esercitazione di peso vede coinvolti l'esercito italiano, quello svizzero e la protezione civile regionale, provinciale e comunale. Prende non a caso il nome di un papa comasco, cioè Innocenzo XI (Benedetto Odescalchi) simbolo della fedeltà al servizio e alla tutela di entrambi i lati del lungo confine italo-svizzero.

La presentazione si è tenuta a Palazzo Cusani a Milano. Vi ha partecipato il generale di corpo d'armata Ignazio Gamba, comandate delle truppe alpine. Per la parte svizzera il divisionario Lucas Caduff, comandante della divisione territoriale 3. A fare gli onori di casa il generale di brigata Alfonso Miro, a capo del Comando Militare Esercito Lombardia.

La cooperazione tra le parti in vari ambiti, è sancita anche da una Convenzione sottoscritta il 26 maggio del 1998. La prima esercitazione Odescalchi si è tenuta nel 2016 mentre la terza è già in programma per il 2028, secondo la prevista cadenza di sei anni.

Riproduzione riservata ©
loading...