La capacita' di riconoscere le note risiederebbe nel Dna