Mondo

Draghi, Macron e Scholz a Irpin tra macerie e palazzi sventrati

Roma, 16 giu. (askanews) - Mario Draghi, Olaf Scholz e Emmanuel Macron insieme, in mezzo alle macerie di Irpin. I tre leader hanno mandato un messaggio di Europa unita in uno dei luoghi simbolo della distruzione della guerra prima del colloquio con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky al Palazzo Presidenziale.

La cittadina alle porte di Kiev è ormai ridotta a un cumulo di

macerie. Draghi e gli altri due leader sono stati accompagnati dal sindaco Oleh Bondar e dalle autorità locali, si sono soffermati davanti alle case sventrate dai bombardamenti russi.

Draghi ha chiesto quante sono state le vittime. "Oltre 300 tra i civili", gli ha risposto il capo dell'amministrazione militare Kuleba. I tre si sono anche fermati a guardare le fotografie e un video sui duri bombardamenti che hanno colpito la città,

prima della toccante visita nel luogo dove è rimasta una macchina sventrata: quella, centrata da un colpo di mortaio, in cui sono morti una mamma con i suoi due bambini.

Immagini askanews

Riproduzione riservata ©
loading...